Scrivimi:

Scrivimi:

Facebook

giovedì 13 ottobre 2016

Strudel di mele









Lo strudel era uno dei dolci che mia mamma preparava volentieri: lo faceva spesso in inverno e mi ricordo ancora il profumo meraviglioso che mi svegliava la domenica mattina, era impossibile rimanere a letto...bisognava alzarsi aspettanto di poterlo gustare.
La  ricetta, quella che vi vado a descrivere, è proprio quella della mia mamma. Quando oggi l'ho preparato e ne ho sentito il profumo delizioso, mi è sembrato di tornare bambina: questa, secondo me, è una delle virtù del cibo: evocare i ricordi e in questo caso si tratta di un ricordo dolcissimo.
Lo strudel è un dolce tipico trentino, ricco di mele e profumato con la cannella...volete prepararlo con me?

Ingredienti:

Per la pasta:

-2,5 hg di farina
-1 cucchiaio colmo di zucchero
-50 grammi di burro liquefatto
-1 uovo
-1 pizzico di sale

Per farcire:

-1 kg di mele
-80 grammi di uvetta sultanina
-2/3 cucchiai di confettura di albicocche o pesche
-50 grammi di zucchero a velo
-30 grammi di burro fuso
-1 pizzico di cannella
-la scorza grattuggiata di 1/2 limone
-poco Rum per aromatizzare l'uvetta nell'ammollo.

Cottura: 45/50 minuti in forno preriscaldato a 170°

Difficoltà: media

Costo: basso






Preparazione: per prima cosa fare la fontana con la farina, mettere al centro lo zucchero, l'uovo leggermente sbattutoe aggiungere il burro, il pizzico di sale e tre /quattro cucchiai di acqua tiepida.
Impastare vigorosamente sbattendo diverse volte l'impasto nel piano di lavoro, fino ad ottenere una pasta consistente e omogenea.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e quindi metterla in una terrina coperta. Farla riposare mezz'ora.
Nel frattempo sbucciare le mele,  affettarle finemente e spruzzarle leggermente con un po' di succo di limone.
Mettere a mollo l'uvetta in acqua tiepida e tre cucchiai di Rum.
Passato il tempo necessario al riposo della pasta stenderla su un ripiano infarinato formando un rettangolo molto sottile.
Ora distribuiamo un velo di confettura sul nostro rettangolo, avendo cura di lasciare un bordo di circa tre centimetri tutto attorno al perimetro, continuiamo disponendo uno strato di fette di mela, l'uvetta strizzata, il burro fuso, la buccia di limone, la cannella e lo zucchero a velo.




Chiudere lo strudel sigillando bene i bordi, curvare leggermente per ottenere la classica forma a ferro di cavallo dello strudel, mettere in una teglia rivestita con carta forno e spennellare abbondantemente con il burro fuso.



Cuocere in forno preriscaldato a 170° per 45/50 minuti.
Sfornare e spolverare con zucchero a velo.
Lo strudel è buono freddo ma anche tiepido accompagnato con una pallina di gelato o con della crema inglese. una vera bontà!!! Grazie mamma e baci a voi!




15 commenti:

  1. cosa c'è di meglio di uno strudel, nei primi giorni di freddo? a me piace tantissimo... ottima ricetta :-)

    RispondiElimina
  2. Cara Cristina, bello e buono, sicuramente una volta mangiato, non lo dimenticherai più.
    Ciao e buona giornata, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Mmmmmmm che buono il tuo strudel, ricco nel ripieno e bello asciutto, mi sembra di sentire anch'io il profumino tipico di mela e cannella, mi fai venire l'acquolina in bocca.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Buonoooo...., ed è un pò che non lo faccio !

    RispondiElimina
  5. Mi piace tantissimo!!!! una fettina per me??? smack

    RispondiElimina
  6. Sai lo sempre mangiato ma non l'ho mai fatto in casa. Non sembra un procedimento difficile e poi deve essere una vera bontà, segno la ricetta. Un grosso bacione

    RispondiElimina
  7. immagino la bonta' e' arrivato il profumino delizioso fin nella mia cucina!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  8. isto é simplesmente maravilhoso !
    adoro strudel, aqui os descendentes de alemães preparam muito..
    não sabia que os trentinos também fazem!!
    onde fica Trento? no norte da Itália?
    grande abraço e vou experimentar sua receita. é maravilhosa !!
    linda a história de sua mãe !!
    :o)

    RispondiElimina
  9. Brava, veramente. E poi quando sento parlare di dolci che facevano le mamme mi si apre un abisso di nostalgia. Per fortuna i sapori e gli odori della nostra infanzia sono incancellabili...
    Ti abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
  10. Anche a me il profumo dello strudel mi riporta a felici ricordi di bambina e comunque è un dolce che mi piace sempre!!!
    Baci

    RispondiElimina
  11. Golosissimo e meravigliosamente invitante il tuo strudel:))bravissima come sempre Cristina,mi è venuta un'acquolina incredibile e tanta voglia di cimentarmi nella sua realizzazione;).
    Un bacione e grazie mille per la condivisione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  12. Al mio ragazzo piace tantissimo :D

    http://angolodellamisantropia.blogspot.it/

    RispondiElimina
  13. ottimo un grandissimo dolce realizzato ad arte

    RispondiElimina
  14. buono! La mia mamma lo prepara a Pasqua in genere ma ogni tanto mio padre, in passato, glielo richiedeva anche in altre occasioni. La sua ricetta, rigorosamente a intuito(non pesava nulla)non sono riuscita mai a riprodurla proverò la tua :)

    RispondiElimina
  15. il dolce adorato da mio marito!
    baci
    Alice

    RispondiElimina