Seguimi anche qui...

Facebook Pinterest instagram twitter

Gnudi







Gli gnudi sono un piatto tipico della cucina toscana.
Il loro nome (gnudi, ossia "nudi") è dato dal fatto che, in realtà, si tratta di tortelli privi della classica sfoglia all'uovo e realizzati con il solo ripieno.
Sono praticamente grossi gnocchi dal sapore squisito e facili da realizzare: richiedono solo un minimo di manualità  e di delicatezza quando vengono formati e messi in cottura.
Il segreto della loro bontà sta nella qualità degli ingredienti, così come avviene per tutte le ricette semplici: la ricotta deve essere fresca (e, indifferentemente, di pecora o di mucca), gli spinaci freschissimi e il parmigiano appena grattuggiato.
Possono essere conditi con sugo di pomodoro fresco o, come in questo caso, con burro e salvia... così da esaltare il loro sapore.
La ricetta è di semplice esecuzione: basterà seguire le indicazioni e questo primo semplice e goloso sarà vostro.
Tutti in cucina a preparare gli gnudi allora...


Ingredienti:

Per gli gnudi:

-300 gr di spinaci freschi
-300 gr di ricotta fresca
-40 gr di farina 00 + q.b. per infarinare gli gnudi
-60 gr di parmigiano per gli gnudi + a piacere per spolverare la preparazione finita
-2 uova
-sale
-pepe
-noce moscata
-2 spicchi di aglio
-3 cucchiai di olio

Per condire:

-foglie di salvia (le mie piccine picciò)
-100 gr di burro


Cottura: 7 minuti per lessare gli spinaci e 5 minuti per gli gnudi

Difficoltà: media

Costo: basso


Preparazione: come prima cosa lavare ed asciugare gli spinaci.
Mettere in un tegame l'olio con l'aglio, aggiungere gli spinaci, salare, pepare, coprire e cuocere per il tempo indicato.
Quando gli spinaci sono pronti, eliminare l'aglio e metterli a scolare in uno scolapasta per una mezz'oretta,  affinché si "asciughino" per bene.
Procedere allo stesso modo anche per la ricotta che, così facendo, perde il suo siero.
Dopo questo tempo tritare gli spinaci con la mezzaluna.
In una grande ciotola mettere dunque gli spinaci, la ricotta, il parmigiano, la farina, le uova: salare, pepare e profumare con la noce moscata.




Mescolare sino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
Trasferire ora il composto sul piano di lavoro infarinato, formare gli gnudi staccando delle palline del peso di circa venti grammi ed infarinarle una ad una.




In un largo tegame sciogliere il burro con lo spicchio d'aglio e le foglie di salvia.
Portare a bollore una pentola con abbondante acqua salata e cuocervi gli gnudi per quattro minuti.
Quando tutti gli gnudi sono cotti condirli con il burro e spolverare a piacere con parmigiano.




I nostri gnudi sono pronti. Un abbraccio, la Chicchina.

Commenti

  1. Cara Chicchina, sai che questo piatto della Toscana per me è nuovo.
    Mi piacerebbe proprio provarlo e credo oltre a essere buono è salutare.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Wonderful recipes 😊 thanks for your sharing 😊

    RispondiElimina
  3. Non li ho mai fatti e mi permetto di copiare la tua ricetta. Grazie e tanti auguri.

    RispondiElimina
  4. Non li ho mai preparati, certo devono sciogliersi in bocca, si vede ad occhio nudo 😄

    RispondiElimina
  5. Li adoro, bravissima, sono molto invitanti!

    RispondiElimina
  6. Sono un primo piatto molto buono ogni lo preparo anche io

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti non sono immediatamente visibili perchè moderati dall'autrice del blog. Non sono graditi commenti anonimi.
Grazie di cuore a chi lascia traccia del proprio passaggio con un saluto, un consiglio o una considerazione.
La Chicchina

Post più popolari

Instagram