Scrivimi:

Scrivimi:

Facebook

martedì 3 ottobre 2017

Mini strudel con pere, cannella e crema di nocciole







Non vi capita mai di avere poco tempo e tanta voglia di qualcosa di buono (così come recita la famosa pubblicità)?!  Ecco, io oggi ero così: di corsissima e bisognosa di un dolcetto per ricaricare le batterie e l'umore.
Che fare? Mi sembra ovvio: un dolcino con la pasta sfoglia pronta che nel mio frigo non manca mai; è un jolly sempre a portata di mano (non faccio pubblicità neh?! ).
Ho pensato a degli strudel monoporzione con pere e nocciolata: in questo caso li ho fatti con la pasta sfoglia per motivi di tempo, ma sono buonissimi se fatti con la pasta strudel che potrete realizzare seguendo la ricetta dello strudel di mele
Se mi seguite vedrete che, con poco tempo e pochissima spesa, è possibile realizzare una cosina proprio niente male...


Ingredienti per 6 mini strudel:


-1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare del banco frigo
-3 pere mature (per un peso complessivo di circa 4 hg al netto degli scarti)
-50 grammi di uvetta
-6 cucchiaini colmi (😋) di crema di nocciole
-la scorza e il succo di 1/2 limone biologico
-2 cucchiai di zucchero
-6 biscotti al cioccolato
-latte e zucchero di canna per "caramellare" la superficie degli strudel
-cannella a piacere


Cottura: 10 minuti per le pere + 15/18 minuti in forno a 180° per gli strudel

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: per prima cosa sbucciare le pere ed eliminare il torsolo (non potete immaginare che fatica resistere alla tentazione di addentare quei frutti succosi, ma ho dovuto prendere una decisione: o mangiare le pere o mangiare i dolcetti e, dopo un'attenta valutazione, ho optato per la seconda possibilità!!).
Tagliare le pere a pezzetti e mettere in un pentolino con lo zucchero, la scorza di limone grattuggiata, l'uvetta e la cannella: fare quindi cuocere per dieci minuti.
Fare raffreddare.
Srotolare la pasta sfoglia e dividerla in sei rettangoli come da fotografia.




Mettere su ogni sezione un biscotto sbriciolato, un cucchiaio di pere e uvetta e sopra il tutto un cucchiaino di crema di nocciole.




Chiudere ogni rettangolo, sigillare bene i bordi con i rebbi di una forchetta e incidere la superficie di ogni dolce con delle righe trasversali: spennellare i mini strudel con poco latte e cospargere con abbondante zucchero di canna.




Cuocere in forno caldo mettendo la modalità grill negli ultimi cinque minuti per ottenere l'effetto caramellato... si dice?! BOH, comunque quello è...



Assaggiate uno strudel e sentite che delizia. Alla prossima, baci!

15 commenti:

  1. Cara Cristina, belli e buoni questi mini strudel pratici , una va quasi in un solo boccone!!!
    Ciao e buon inizio della settimana con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Questa ricetta deve essere un'autentica delizia. La farò sicuramente ci sono tutti gli ingredienti che piacciono a me. Grazie grazie cara amica

    RispondiElimina
  3. Che delizia! Senza l'uva passa (che alle mie pesti non piace) li farò per darli come merenda a scuola!Grazie per la ricetta! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Molto golosi la pera in questo periodo è il massimo

    RispondiElimina
  5. Ottima soluzione per una super coccola molto golosa!!!
    Baci

    RispondiElimina
  6. CArinissimi in mono porzione, molto golosi!

    RispondiElimina
  7. Mamma che bontà *_*
    https://itsallabouttheglowxoblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Ottimo veramente ma sempre il solito discorso...me ne mandi un pò dai abbi pietà questi mi piacciono con la frutta. Un abbraccio e buona serara.

    RispondiElimina
  9. Mi piace da morire il ripieno !!!!! E il risultato è stupendo. belle buone queste sfogliatine : quasi quasi domani compro la pasta sfoglia anch'io !!!!! Tanti baci

    RispondiElimina
  10. delicioso !!
    me encanta esta receita.
    :o)

    RispondiElimina
  11. davvero golosissimi ed irresistibili questi dolcetti!

    RispondiElimina
  12. che carini, una merenda deliziosa !Un bacione

    RispondiElimina
  13. Questi sono i dolci che predilogo e che mi ricordano tanto il mio Tirolo. Un bacio

    RispondiElimina
  14. io vado matta per lo strudel...
    ammetto che la versione classica è quella che prediligo, però sono aperta all'assaggio
    sempre!

    RispondiElimina