Seguimi anche qui...

Facebook Pinterest instagram twitter

La rocciata di Assisi






La Rocciata è un dolce con origini molto antiche ed è tipico delle regioni Umbria e Marche (nel dialetto umbro "rocciata" significa arrotolata ed è riferito alla forma del dolce, per l'appunto arrotolato a spirale). Questa mia ricetta è stata selezionata dal sito Spadellandia .
La Rocciata viene preparata nella stagione autunnale e, in particolare, per la festività di Ognissanti.
Si tratta di una sfoglia composta da farina, acqua, olio d'oliva e pochissimo zucchero che viene farcita con noci, mandorle, fichi secchi, prugne secche, uva sultanina e mele (il tutto aromatizzato con vinsanto e cannella).
La sfoglia viene poi arrotolata a salsicciotto e chiusa a spirale.
Dopo la cottura il dolce viene irrorato con l'alchermes.
Come per tutte le ricette della tradizione esistono tantissime varianti, a seconda delle tradizioni famigliari e dei gusti di chi la prepara; si può infatti arricchire con altri tipi di frutta secca, con cacao e altri tipi di spezie.
La versione della Rocciata di Assisi che vi propongo oggi è quella del dolce che ho assaggiato a casa di amici, tempo fa: è piaciuta a tutti in famiglia e, quindi, spesso la ripropongo.
La ricetta è facile, la pasta richiede un riposo di un'ora durante la quale si preparano gli ingredienti della farcia... Nulla di complicato e, vi garantisco, si tratta di un dolce dal sapore unico, ricco e goloso (da provare assolutamente).
Andiamo a vedere come si prepara la Rocciata di Assisi...


Ingredienti:

Per la sfoglia:

-300 gr di farina 00
-1 cucchiaio di zucchero semolato
-5 cucchiai di olio d'oliva
-120 ml di acqua tiepida circa per impastare il tutto


Per la farcia:

-300 gr di mele (al netto degli scarti)
-100 gr di noci
-100 gr di mandorle
-100 gr di fichi secchi
-100 gr di prugne secche denocciolate
-100 gr di uvetta sultanina
-30 gr di zucchero semolato
-1 cucchiaio di olio d'oliva
-2 cucchiai di vin santo
-1 pizzico di cannella
-alchermes q.b.



Cottura: 50 minuti

Difficoltà: media

Costo: medio


Preparazione: mettere in una ciotola la farina, lo zucchero e l'olio.
Impastare con l'acqua tiepida necessaria ad ottenere una pasta soda, elastica e malleabile.
Fare un panetto, avvolgerlo nella pellicola alimentare e farlo riposare per un'ora.
Tritare le mandorle e le noci in modo grossolano e tagliare fichi secchi e prugne a pezzettini; sbucciare, privare del torsolo e tagliare a pezzettini anche le mele.
Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola ed aggiungere lo zucchero, la cannella, il vinsanto e il cucchiaio di olio. Mescolare molto bene per distribuire tutti i sapori.
Passato il tempo di riposo, stendere una sfoglia sottile e realizzare un rettangolo con dimensioni 60 x 40 cm (circa eh?): distribuire la farcia lasciando liberi tre centimetri lungo tutto il perimetro del rettangolo di sfoglia, arrotolarla quindi strettamente  e adagiarla sulla placca del forno rivestita con l'apposita carta.
Formare una spirale, spolverare con zucchero a velo e infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato.
A cottura fare intiepidire per mezz'ora, irrorare con l'archermes e spolverare nuovamente con lo zucchero a velo.




La Rocciata di Assisi è pronta. Vi abbraccio, la Chicchina.

Commenti

  1. Cara Cristina, sai mai sentito parlare di questo tipo di dolce, certo che sentendo dagli ingredienti deve essere molto ma molto buono, sai sono un golosone dunque io farei una grande festa!!!
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Che meraviglioso dolce natalizio, Cri! sei stata bravissima, complimenti, un abbraccio a presto :)

    RispondiElimina
  3. Wow Cristina! Come ti è venuta bella questa rocciata! A me non fanno impazzire i fichi secchi, potrei pensare di sostituirli con qualcos'altro...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, potresti aumentare la dose di uvetta e prugne secche se ti piacciono, baci

      Elimina
  4. La rocciata mi ha sempre incuriosita Cristina...La tua è stupenda, viene proprio voglia di mangiarla tutta!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia ! Quando vedo tutta questa frutta secca mi viene acquolina in bocca, la amo molto .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace moltissimo la frutta secca, un abbraccio

      Elimina
  6. Un dolce tradizionale che non conoscevo e che può essere un'ottima alternativa ai classici del Natale. Superfluo dire che la tua esecuzione è semplicemente perfetta.
    Un grandissimo abbraccio, cara Cristina!

    RispondiElimina
  7. Conosco questo golosissimo dolce, complimenti!

    RispondiElimina
  8. Sai che non conoscevo questo dolce ?!!!! ma a giudicare dall'aspetto stupendo e dagli ingredienti credo proprio sia da provare. Complimenti Cri e un super abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa...è un dolce molto natalizio...un abbraccio grande a te

      Elimina
    2. Un dolce tipico gustosissimo che ricorda un po il nostro strudel per certi versi

      Elimina
  9. e' davvero molto invitante, non lo conoscevo, grazie per la condivisione, brava. Baci Sabry

    RispondiElimina
  10. E' un meraviglioso dolce che ben si presta ad essere servito a fine pasto natalizio!! Grazie mille per averlo condiviso!
    Un abbraccio, a presto!!

    RispondiElimina
  11. Complimenti ti è venuta meravigliosa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  12. Ciao... Lo sto facendo adesso... Anni fa un 'amica mi portò questo dolce e.... Mi sono innamorata.

    RispondiElimina
  13. Lo sto facendo adesso... Vediamo come viene 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daria, a me è piaciuto molto...fammi sapere se sei soddisfatta! Un abbraccio, buone feste!

      Elimina

Posta un commento

I commenti non sono immediatamente visibili perchè moderati dall'autrice del blog. Non sono graditi commenti anonimi.
Grazie di cuore a chi lascia traccia del proprio passaggio con un saluto, un consiglio o una considerazione.
La Chicchina

Post più popolari

Instagram