Seguimi anche qui...

Facebook Pinterest instagram twitter

Involtini di verza con acciughe, patate e fontina

 




La verza è tra gli ortaggi autunnali che mi piacciono di più, per questo cerco di prepararla nei modi più diversi.
La ricetta di oggi è gustosa, facile da realizzare e può essere preparata in anticipo (un bel vantaggio rientrare all'ultimo momento e trovare il pranzo pronto, non trovate?).
Gli involtini di verza con acciughe, patate e fontina permettono inoltre di riciclare del formaggio che avanza o comunque di utilizzare quello che si preferisce: la fontina può essere sostituita con dell'asiago, del provolone, della caciotta o da un qualsiasi formaggio filante.
Allora, cosa ne dite? Vi aspetto in cucina per preparare questo piatto gustoso...


Ingredienti per 9 involtini:

-12 foglie di verza grandi (qualche foglia di "scorta" caso mai qualche foglia si rompesse) 
-2 patate di medie dimensioni
-200 gr di fontina dolce (fontal)
-1 uovo grande
-1 panino raffermo
-latte q.b.
-2 cucchiai di parmigiano grattugiato
-9 filetti di acciuga sott'olio
-brodo vegetale
-sale
-pepe
-2 spicchi d'aglio piccoli
-olio extravergine d'oliva q.b.


Cottura: 5 minuti per sbollentare le foglie di verza + 30 minuti in forno preriscaldato a 180° per gli involtini

Difficoltà: bassa

Costo: basso


Preparazione: lessare le patate tagliate in grossi pezzi. 
Lavare ed eliminare le coste troppo grosse dalle foglie di verza e sbollentarle per 5 minuti in una pentola con acqua salata; scolarle e asciugarle molto bene.
Ammollare il panino nel latte per almeno 30 minuti.
In una grande terrina mettere le patate lesse tagliate a cubetti, la fontina a pezzettini, il pane strizzato, l'uovo, il parmigiano, il sale, il pepe e un tritino d'aglio, se piace. Mescolare bene.
Stendere le foglie di verza, salarle leggermente e mettere su un lato una cucchiaiata di ripieno e un'acciuga,





quindi arrotolare fino a formare l'involtino. 
Ripetere la stessa operazione con tutte le foglie di verza.
Ungere una pirofila con un filo d'olio, disporre gli involtini gli uni vicino agli altri, salarli, peparli, aggiungere uno spicchio d'aglio e qualche cucchiaio di brodo vegetale; ancora un filo d'olio e una generosa spolverata di parmigiano. 






Gli involtini sono pronti per essere infornati a 180°: cuocere per trenta minuti circa, fino a che si sarà formata una bella crosticina.





La nostra teglia supergolosa è pronta.
Un abbraccio, la Chicchina.


Commenti

  1. Una ricetta davvero interessante. Deve essere un piatto buonissimo. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Degli involtini molto appetitosi. Con me, quella teglia avrebbe vita breve ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Mamma mia, già sbavavo davanti alla foto che hai postato su FB ed ora replico con ancor più convinzione leggendone gli ingredienti!
    Gli involtini di verza piacciono tantissimo anche a me. Li preparo sempre con all' interno il macinato di carne di vitello, uova, parmigiano e prezzemolo e poi li faccio cuocere in umido con origano, pinoli ed olive nere. La tua proposta mi alletta tantissimo!
    Un grande abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Come sempre, un piatto delizioso, Cristina!
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
  5. che bel piatto Cristina! non ho l'abitudine di cucinare la verza ma mi piace veramente tanto, complimenti davvero

    RispondiElimina
  6. chissà che buoni, devono essere super saporiti!!!

    RispondiElimina
  7. Chissà che buoni😋😋😋😋😋

    RispondiElimina
  8. degli involtini molto appetitosi e adatti alla stagione autunnale :-))

    RispondiElimina
  9. Sublimi questi involtini, molto invitanti!!!

    RispondiElimina
  10. Che buoni che devono essere!

    RispondiElimina
  11. È si è bello rientrare a casa e trovare pronto. Questi involtini sono davvero un ottima idea..

    RispondiElimina
  12. Questo è uno dei piatti che mi piacciono molto ma che a casa mia sono proibiti. Mio marito storce il naso solo al profumo della verza, figurati. Vengo da te a mangiarli?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti non sono immediatamente visibili perchè moderati dall'autrice del blog. Non sono graditi commenti anonimi.
Grazie di cuore a chi lascia traccia del proprio passaggio con un saluto, un consiglio o una considerazione.
La Chicchina

Post più popolari

Instagram