Scrivimi:

Scrivimi:

Facebook

giovedì 18 ottobre 2018

Molly cake







La Molly cake è una deliziosa torta che ha, nel suo impasto, la panna montata.
Prende il nome da colei che l'ha ideata: Eleonora Coppini, detta per l'appunto MOLLY.
Si tratta, in realtà, di un pan di Spagna con l'aggiunta di panna montata che gli conferisce una consistenza morbida e molto delicata.
Questa base è molto usata in pasticceria, soprattutto nel cake design, ma è anche un apprezzatissimo dolce da colazione; è  semplicissima da realizzare, seguendo poche e indispensabili regole: le uova e lo zucchero vanno montati per almeno quindici minuti, e la panna montata va aggiunta gradualmente e con delicatezza all'impasto, così da non smontarlo.
Io ho adattato le dosi originali ad uno stampo con ventiquattro centimetri di diametro, e ho realizzato una torta alta ben sette centimetri (che soddisfazione!!!)
Allora, se la Molly cake vi incuriosisce seguitemi che la prepariamo insieme e, sono certa, ne sarete conquistati...

Ingredienti (per uno stampo con diametro 24 cm):
 
-330 gr di farina 00
-330 gr di zucchero
-330gr di panna montata (anche vegetale)
-4 uova
-1 bustina di lievito
-1 bustina di vanillina




Cottura: 50/ 55 minuti

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: montare con le fruste elettriche la panna, che deve risultare ben soda, e mettere la ciotola in frigorifero.
In una terrina lavorare le uova con lo zucchero e la vanillina per quindici minuti, sino a che il composto risulta chiaro e spumoso.
Inserire ora la farina mescolata al lievito continuando a sbattere con le fruste.
Da ultima unire la panna, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto.
Imburrare ed infarinare uno stampo con il bordo apribile e versare il composto, livellarlo bene ed infornarlo in forno preriscaldato a 180° per il tempo indicato.
Dopo circa cinquanta minuti fare la prova stecchino: se quest'ultimo esce asciutto il dolce è pronto, altrimenti proseguire la cottura per dieci minuti.
A cottura passare la lama di un coltello lungo la circonferenza della torta e quando è tiepida spolverare con zucchero a velo.

 


La Molly cake è pronta... Un abbraccio, la Chicchina.




lunedì 15 ottobre 2018

Vellutata con porri e patate






Le vellutate sono morbide creme di verdure che si accompagnano spesso con crostini di pane e si arricchiscono con quello che suggerisce la fantasia e che più piace...
Quando le temperature scendono rappresentano una coccola vera e, in famiglia, sono sempre molto gradite.
Quella di oggi è semplicissima da realizzare e, secondo me, una delle più golose: i sapori di porri e patate si abbinano alla perfezione e una spolverata di sesamo tostato regala un aroma delizioso e particolare.
L'ho preparata a modo mio: niente soffritto e un procedimento veloce.
Se volete seguirmi vi mostro come si prepara questa profumatissima bontà...


Ingredienti per 4 persone:

-300 gr di porri
-400 gr di patate
-100 gr di parmigiano
-40 gr di burro
-sale
-pepe nero
-sesamo
-brodo vegetale q.b.

Cottura: 30 minuti

Difficoltà: bassa

Costo: basso


Preparazione: pulire i porri eliminando la parte verde finale, tagliarli quindi a fettine e tagliare le patate a tocchetti.
Preparare il brodo vegetale con sedano, carota e cipolla (deve essere circa un litro).
Aggiungere le verdure al brodo e farle cuocere per circa venti minuti.
Passato questo tempo, quando i pezzetti di patata iniziano a disfarsi, frullare il tutto con il minipimmer controllando che il brodo copra appena appena le verdure, altrimenti eliminare la quantità in eccesso.
Aggiustare di sale e di pepe, aggiungere il burro ed il parmigiano.
Riportare la vellutata sul fuoco e cuocere ancora alcuni minuti, sempre mescolando.
Per tostare i semi di sesamo metterli in una padella antiaderente e farli cuocere su fuoco basso tre/quattro minuti, o comunque sino a che diventano dorati.
Mettere la vellutata nei piatti e terminare con il sesamo tostato





Grazie di essere passati, La Chicchina!!

giovedì 11 ottobre 2018

Zuppa inglese







La zuppa inglese è nata sicuramente in Italia alla fine dell'Ottocento. Ci sono diverse leggende riguardo alla sua origine, è molto diffusa nel Centro Italia e, particolarmente, in Emilia Romagna.
Si tratta di un dolce al cucchiaio composto da strati di crema pasticcera al limone e al cioccolato, alternati a strati di pan di Spagna inzuppato nell'Alchermes.
Oltre ad essere un dolce goloso, la zuppa inglese è anche bella da vedere.


Ingredienti

Per il pan di Spagna:

-220 gr di farina
-200 gr  di zucchero
-4 uova
-farina e burro per lo stampo
-1 bustina di lievito

Per la crema pasticcera:

-500 ml di latte
-2 tuorli e un uovo
-4 cucchiai di zucchero
-3 cucchiai di farina
-1 scorza di limone
-70 grammi di cioccolato fondente di buona qualità

Per inzuppare :

-Alchermes


Cottura: 30 minuti per il pan di spagna .

Difficoltà: media

Costo: medio.


Preparazione: per prima cosa fare il pan di Spagna lavorando in una ciotola le uova con lo zucchero fino a che sono ben montate; aggiungere quindi la farina e il lievito; imburrare e infarinare uno stampo con diametri di 24 centimetri, versare l'impasto ed infornare in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.
Per la crema pasticcera far bollire il latte con la scorza di limone, lavorare le uova, lo zucchero e la farina a crema e, quando il latte è caldo, unirlo lentamente al composto.
Rimettere sul fuoco e portare a bollore mescolando continuamente.
Dividere la crema in due ciotole: ad una aggiungere il cioccolato tritato e mescolare energicamente perchè si sciolga. 
Ora componiamo i bicchieri iniziando con la crema al cioccolato, proseguendo con fette di pan di Spagna imbevuto nell'Archermes (allungato con un pochino d'acqua), poi con crema pasticcera gialla, altro pan di Spagna e così via fino ad esaurimento degli ingredienti.
A piacere si può terminare con scaglie di cioccolato fondente.
Far riposare in frigo almeno due ore prima di consumare.




La nostra zuppa inglese è pronta... Grazie di essere passati di qui!!! A presto, Cristina.

sabato 6 ottobre 2018

Spaghetti saporiti







Non è detto che le ricette più elaborate siano le più buone...anzi!!! Capita, a volte, di arrivare all'ultimo, appena prima dell'arrivo di figli e marito affamati (aggiungiamoci anche cane Argo che un assaggio lo pretende) e mettere insieme un piatto meraviglioso, colorato e golosissimo.
Questo è successo l'altro giorno: rientrata da millemila giri, dopo una breve occhiata al frigo in cerca di un'idea, mi è apparso un vasetto di pomodori secchi...che ci faccio??!! Ecco che cosa ci faccio: una pasta strabuona che è piaciuta proprio a tutti e che ho già replicato..
Vi lascio la ricetta e vi raccomando di provarla: risolverà con gusto le vostre emergenze culinarie...
Seguitemi in cucina, una frullata e via...

Ingredienti per 4 persone (mangione)

-400 gr di spaghetti
-1 vaso di pomodori secchi sott'olio da 340 gr (circa)
-5 filetti di alici 
-1 cucchiaio colmo di capperi
-3 cucchiai di olio d'oliva
-1 spicchio di aglio
-parmigiano a piacere
-origano
-sale
-peperoncino
-alcune foglie di basilico

Cottura: il tempo di cottura della pasta + 10 minuti per il sugo

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: inserire nel bicchiere del frullatore i pomodori con metà del loro olietto saporito, aggiungere le alici, poco sale, l'origano, il peperoncino e i capperi.
Frullare sino a sminuzzare gli ingredienti senza ridurli in crema.
Scaldare l'olio in un largo tegame dove condirete la pasta, aggiugere lo spicchio d'aglio e farlo dorare leggermente, quindi eliminarlo.
Inserire dunque il nostro composto di pomodori secchi e cuocere il tutto alcuni minuti.
A fuoco spendo aggiungere alcune foglie di basilico (tre o quattro basteranno)
Cuocere la pasta e scolarla lasciandola un po' "umida" (senza eliminare del tutto l'acqua di cottura , ricca di amico ed utilissima per mantecare.
Versare la pasta direttamente in padella, rigirare bene, spolverare con il parmigiano e...




Et voilà, buon appetito, un abbraccio, Cristina!





lunedì 1 ottobre 2018

Brioches morbidissime con ricotta e limone




 


Alzarsi al mattimo e trovare  una brioche profumata vicina alla tazza del te è una coccola vera... Se poi la brioche è fatta con le proprie mani è proprio un regalo.
Preparo queste morbidissime bontà da sempre: hanno il pregio di rimanere soffici soffici anche il giorno successivo... Anche per quello seguente, ma questa è un'eventualità improbabile visto la loro golosità.
Sono completamente senza burro, hanno relativamente poco zucchero ma sono morbidissime grazie alla ricotta.
Si tratta di una preparazione superfacile: un impasto che si può realizzare sia con la planetaria che a mano e ha due tempi di lievitazione... Tutto lì!! Niente pieghe, lievitini o procedure particolari, spesso necessarie.
Sono buonissime farcite con confetture, crema al cioccolato o anche così... in purezza.
Vediamo insieme come si preparano...


Ingredienti per 11 brioches:

-550 gr di farina 00
-110 gr di zucchero
-200 gr di ricotta
-2 uova
-50 ml di olio di semi
-140 ml di latte+quello necessario per spennellare
-la scorza grattuggiata di un limone biologico
-1 bustina di lievito di birra in polvere
-zucchero a velo 





Cottura: 25 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: mettere in una ciotola la farina, lo zucchero, la ricotta, le uova, l'olio, il latte tiepido in cui avrete sciolto il lievito e lavorare molto bene. Come anticipato, è possibile farlo sia a mano che con la planetaria.
Quando avrete ottenuto un impasto morbido ed elastico, trasferirlo in una seconda ciotola leggermente unta con poco olio, coprire con la pellicola e fare lievitare per due ore e mezza o comunque fino al raddoppio.
Passato questo tempo riprendere l'impasto, lavorarlo brevemente per sgonfiarlo e stenderlo formando un cerchio con diametro di circa quaranta centimetri con uno spessore di mezzo centimetro.
Formare le brioches tagliando dei triangoli dalla circonferenza del cerchio sino al suo centro.
Ora arrotolare ogni triangolo sempre dalla circonferenza sino al centro.
Mano mano che formate i dolci posizionarli direttamente sulla placca del forno rivestita con l'apposita carta, avendo cura di metterli un po' distanziati perchè lievitano parecchio.




Fare dunque lievitare un'altra ora coprendo la placca con la pellicola.





Ora le nostre brioches sono pronte per essere cotte: spennellarle con un po' di latte ed infornarle per il tempo previsto, sempre tenendo conto della POTENZA del vostra forno!
A cottura spennellare altre due volte le brioches con il latte e, quando sono tiepide, spolverarle con zucchero a velo.





un abbraccio a chi è passato di qui, Cristina!