Scrivimi:

Scrivimi:

Facebook

lunedì 11 dicembre 2017

Sfogliata al salmone, patate e formaggio cremoso







Una sfogliata  (o torta salata) rappresenta un'ottima soluzione per mettere insime una cena golosa in poco tempo, per utilizzare ingredienti, diciamo così, giacenti in frigorifero, ma può rappresentare anche un antipasto delizioso sulla tavola delle feste.
Quella che vi propongo è molto semplice da realizzare e anche relativamente veloce: basta lessare la patata, farla raffreddare e poi è sufficiente mettere insieme i vari ingredienti all'interno di due strati di pasta sfoglia pronta... Cosa chiedere di più? 
Il salmone, in genere, piace un po' a tutti, anche a chi solitamente il pesce non lo gradisce: quello affumicato è molto gustoso, ne basta poco per dare un sapore ricco e particolare a qualsiasi piatto.
Ora però basta con le chiacchere... Si va in cucina a preparare questa bontà!!!


Ingredienti:

-2 rotoli di pasta sfoglia rotonda pronti (quelli del banco frigo)
-salmone affumicato q.b.
-1,6 hg di formaggio cremoso
-1 patata grossa o 2 piccole
-1/2 spicchio d'aglio
-prezzemolo
-olio q.b.
-latte per spennellare
 

Cottura: 10 minuti per lessare le fettine di patata + 20/25 minuti per la cottura della sfogliata in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: medio

Preparazione:  per prima cosa sbucciare la patata (o le patate) e tagliarla a fettine sottili, con uno spessore di circa mezzo centimetro.
Lessarla  per il tempo indicato, scolarla, farla raffreddare e asciugare bene le fettine con un canovaccio.
Rivestire con il primo disco di pasta sfoglia uno stampo rotondo con diametro di ventisei centimetri: non eliminare la carta forno che avvolge il rotolo, ma adagiare il tutto direttamente sullo stampo.
Distribuire le fettine di patata sulla base di sfoglia (sino a coprire completamente il fondo), salare, pepare, profumare con l'aglio tritato ed il prezzemolo.Irrorare dunque con un filino di olio d'oliva.

 


Continuare con il formaggio cremoso a fiocchetti.




Ricoprire quindi con le fettine di salmone.




Coprire con il secondo rotolo di pasta sfoglia, dopo avere eliminato la carta che lo avvolge.
Pizzicare il bordo, spennellare con poco latte




ed infornare alla temperatura indicata sino a che la sfogliata è dorata.




Eccola qui: bella, pronta e profumata... La assaggiamo? Un abbraccio, Cristina.

venerdì 8 dicembre 2017

Insalata fresca d' inverno


 


Oggi ho preparato un'insalata particolare, fresca e golosa con pere, noci, grana, rucola e una glassa di aceto balsamico per dare un tocco in più...
Devo dire che in famiglia è stata molto apprezzata, tanto da chiedermi di replicarla quanto prima.
Le quantità degli ingredienti sono solamente indicative, variano a seconda del gusto personale, è l'abbinamento dei sapori a fare la differenza: è ottima come antipasto ma può costituire anche un piatto unico, leggero e saporito (anche in vista del miliardo di calorie che introdurremo nelle prossime feste.).
Vi consiglio di provarla, naturalmente è importante che gli ingredienti siano di ottima qualità, questa è caratteristica fondamentale.
Se vi fidate seguitemi in cucina che vi mostro come realizzare questa sfiziosissima insalata...


Ingredienti:

-2 pere Abate mature e succose
-rucola q.b.
-70/80 grammi di gherigli di noci
-1 hg di grana
-foglie di menta q.b.
-sale
-pepe nero
-glassa di aceto balsamico q.b.
-olio
-succo di limone


Cottura: /

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: lavare molto bene la rucola, asciugarla nella centrifuga e spezzettare in modo grossolano i gherigli di noce.
Sbucciare, eliminare torsolo e semi e tagliare a fettine le pere. 
Preparare le scaglie di grana con l'apposito attrezzo o, se non lo si possiede, anche con un pelapatate (😊).
Disporre nel piatto la rucola e condirla con sale, pepe nero, succo di limone e olio d'oliva.
Aggiungere quindi i gherigli di noce, le scaglie di grana e alcune foglioline di menta: una spolverata di sale e pepe e ulteriore giro di olio e succo di limone. 
Terminare il piatto con la glassa di aceto balsamico. 
Un consiglio della Chicchina? Preparare l'insalata con un po' di anticipo, in modo che i sapori si fondano... Ora vi saluto, un abbraccio e grazie a chi è passato di qui! 

martedì 5 dicembre 2017

Grissinoni alle olive








Questa ricetta è semplicissima, facile e veloce (se non teniamo conto dell'ora di lievitazione).
In poche mosse ed altrettanta spesa è possibile realizzare dei grissini davvero buoni, dal sapore rustico e goloso: io li ho arricchiti con le olive, ma ognuno potrà aggiungere noci, pomodori secchi o l'ingrediente che più piace.
Sono ottimi anche come stuzzichini e, credetemi, non bastano mai... Ho deciso che la prossima volta raddoppio la dose: la famiglia tutta ha brontolato perchè non ho fatto una dose abbondante.
Quindi, per evitare mugugni, vado al raddoppio... Intanto vi lascio la ricetta e gusto il grissinone che mi ero infilata nella tasca del grembiule😁😋


Ingredienti:

-3,5 hg di farina 00
-1 hg di olive verdi denocciolate
-1 cucchiaino di sale
-1 cucchiaino di zucchero
-1/2 bustina di lievito di birra disidratato
-3 cucchiai di olio d'oliva
-sale
-origano
-200 ml d'acqua

Cottuta: 15/20 minuti in forno preriscaldato a 190°

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: scolare dalla salamoia le olive, sciacquarle ed asciugarle bene con un canovaccio, tritarle sommariamente e metterle da parte.
In una ciotola inserire la farina, il sale, l'olio, lo zucchero, il lievito e l'origano. 
Iniziare ad impastare aggiungendo, poca alla volta, l'acqua tiepida: aggiungere quindi le olive tritare e continuare a lavorare l'impasto sino ad ottenere un composto morbido, liscio ed omogeneo.




Stendere ad uno spessore di circa mezzo centimetro e tagliare delle listarelle verticali larghe un centimetro e mezzo.
Rivestire una teglia con la carta forno e disporvi i grissinoni che avrete leggermente arrotolato sfregandoli tra le mani. 




Spennellare leggermente con poco olio, infornare alla temperatura indicata e cuocere sino a doratura.
Et voilà... I grissinoni sono pronti, alla prossima! Baci, Cristina.



venerdì 1 dicembre 2017

Ciambella alla panna glassata


 



Volevo fare una ciambella un po' speciale, uno di quei dolci colorati e golosi  che ti fanno iniziare la giornata con un sorriso: a volte basta davvero poco per partire con il piede giusto...
Ecco allora una ciambella che fa al caso mio: alla panna, profumata al limone e arricchita con una glassa e tanti canditi colorati. Uuna bontà che si prepara in un nano secondo, facile, di sicura riuscita e priva di burro o olio.
Ognuno poi la potrà personalizzare secondo i suoi gusti: profumandola all'arancia, con un liquore, con gocce di cioccolato o, magari, con una glassa al cioccolato.
Sono certa che vi piacerà, venite che vi mostro come prepararla...


Ingredienti:

-300 grammi di farina 00
-200 grammi di zucchero
-3 uova
-250 ml di panna fresca (io Stuffer)
-50 ml di latte
-1 bustina di lievito
-la scorza grattuggiata di mezzo limone biologico

Per la glassa:

-150 grammi di zucchero a velo
-succo di limone q.b
-canditi a piacere



Cottura: 40 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: in una ciotola sbattere con le fruste elettriche lo zucchero e le uova sino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Aggiungere quindi a filo la panna liquida (quella che si trova nel banco frigo, per intenderci), il latte, profumare con la scorza di limone grattuggiata e, sempre continuando a lavorare con lo sbattitore, la farina setacciata con il lievito.
Versare l'impasto in uno stampo a ciambella imburrato ed infarinato e infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata.




Cuocere quaranta minuti e fare la prova dello stecchino che, a cottura ultimata, una volta infilato nella ciambella deve uscire completamente asciutto.
Fare dunque raffreddare il dolce completamente prima di sformarlo.
Preparare la glassa lavorando lo zucchero a velo con tanto succo di limone, quanto basta ad ottenere una crema densa che deve velare il cucchiaio.
Decorare quindi il dolce e, appena la glassa inizia a rapprendersi, aggiungere canditi a piacere.



 Un abbraccio, a presto! La Chicchina.


martedì 28 novembre 2017

Sbriciolata al radicchio, Asiago e prosciutto



 


Le sbriciolate sono torte sia dolci che salate, facili e veloci da realizzare: oggi vediamo come prepararla al radicchio con l'aggiunta di Asiago e prosciutto. 
Ovviamente si possono utilizzare altre farce, ma il radicchio di Chioggia a casa piace molto e poi ora è di stagione!!
Questa torta salata è buonissima sia calda che fredda, a fettine piccine se servita  come antipasto, ma può rappresentare anche un goloso piatto unico. 
Sarà buonissima consumata il giorno dopo la sua preparazione, ma è così sfiziosa che sarà difficile non consumarla appena preparata... Sono certa che vi piacerà.. Andiamo a prepararla??


Ingredienti:

Per l'impasto:

-4 hg di farina 00
-1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
-sale
-pepe
-1uovo + 1 tuorlo
-50 grammi di parmigiano
-70 ml di olio d'oliva
-50 ml di acqua

Per farcire:

-4 hg di radicchio di Chioggia
-1 cipolla piccola
-3 cucchiai di olio d'oliva
-1 cucchiaio d'aceto
-1 hg di Asiago
-1 hg di prosciutto cotto


Cottura: 10 minuti per ripassare il radicchio + 30 minuti per la sbriciolata

Difficoltà: media

Costo: basso




Preparazione: per prima cosa lavare il radicchio, asciugarlo nella centrifuga e sminuzzarlo con l'aiuto delle forbici da cucina.
Mettere in un tegame l'olio e la cipolla tritata, farla soffriggere dolcemente: aggiungere il radicchio, salare, pepare ed inserire il cucchiaio d'aceto. 
Cuocere la verdura  per dieci minuti e farla raffreddare.
Mettere in una ciotola la farina setacciata insieme al lievito, il parmigiano grattuggiato, l'uovo e il tuorlo, il sale e il pepe.
Aggiungere quindi l'olio, l'acqua




e lavorare brevemente con una forchetta: continuare ad impastare con le mani sino ad ottenere delle briciole.



Rivestire uno stampo con diametro di ventisei centimetri con carta forno bagnata e strizzata, creare la base con uno strato di briciole (bisogna utilizzare metà del quantitativo preparato) e compattare premendo con le mani.




Strizzare bene i radicchi ripassati per eliminare tutto il liquido che si è formato in cottura, distribuirli sulla base e disporre poi le fette di prosciutto e l'Asiago a fettine sottili.




 Termirare con l'impasto rimanente, avendo cura di coprire completamente la farcia.

 


Infornare la sbriciolata a 180° per il tempo stabilito (la superficie deve essere leggermente dorata), sfornare e... buon appetito! 
Ricordatevi che potete sostituire il radicchio con la vostra verdura preferita... Vi assicuro, però, che questa versione è davvero golosissima. Un abbraccio, Cristina.