Scrivimi:

Scrivimi:

Facebook

lunedì 16 gennaio 2017

Sfogliata "aggiustacena"






Chi ha inventato la pasta sfoglia ha un posto speciale nel mio cuore: con un paio di rotoli di quella pronta che si trova nel banco frigo in un nano secondo si possono realizzare un' infinità di torte salate e sfogliate che, appunto, possono salvare una cena.
Quando non so cosa inventarmi (e questa è una rara eventualità😕😕) ne preparo un paio con quello che offre il frigorifero e che mi suggerisce la fantasia. A casa sono tutti soddisfatti: una bibita o una birra ed è subito festa.
Se volete vedere come ho preparato quella che segue, venite che vi mostro come prepararla...



Ingredienti:

-2 rotoli di pasta sfoglia: 1 rotondo e 1  rettangolare
-2 zucchine di media grandezza
-1 patata grossa
-2 uova
-2 cucchiai di parmigiano
-1 hg di prosciutto cotto
-1 hg di formaggio morbido (io      Maccagno)
-3 cucchiai di olio d'oliva
-sale
-pepe


Cottura: 15 minuti per le verdure e 20 minuti per la sfogliata

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: per prima cosa pelare le patate e tagliarle a cubetti.
Lavare le zucchine e tagliare anche queste allo stesso modo.
Scaldare una padella antiaderente con l'olio d'oliva, aggiungere le verdure, salare, pepare e fare cuocere a fiamma alta (sempre mescolando).
Stendere la sfoglia rotonda in una stampo avendo cura di formare un bordino tutto attorno alla circonferenza.
Sbattere le uova con un pizzico di sale e il parmigiano.
Distribuire il prosciutto sulla base della sfogliata e versare le uova in modo uniforme su tutta la superficie.
Ora completiamo la farcia con le zucchine, le patate e il Maccagno a cubetti.
Tagliare la sfoglia rettangolare a strisce e disporle a grata sulla sfogliata.
Cuocere in forno preriscaldato a 190° per il tempo previsto.
A cottura ultimata sfornare, sformare e....buon appetito!
Un abbraccio, Cristina/ Chicchina.

venerdì 13 gennaio 2017

Risotto ai carciofi

 





Questo risotto mi piace particolarmente: è saporito, cremoso e molto semplice da realizzare.
Basta avere dei carciofi freschi (o, in alternativa, si possono usare quelli surgelati), del brodo vegetale, un pugno di parmigiano e il gioco è fatto.
Si tratta di un piatto nutriente, leggero e facilmente digeribile.
In genere si usa la cipolla nella cottura  dei carciofi, io invece preferisco usare l'aglio (poco ovviamente), che gli conferisce un sapore ancora più accattivante (a mio avviso).
La quantità di  carciofi utilizzata non è precisa, va a gusti: la mia è solo un' indicazione.
Se volete prepararlo con me, seguitemi in cucina e, in poche mosse, un risottino caldo, profumato e fumante sarà sulla vostra tavola.....

Ingredienti per 4 persone:

-3 hg di riso (io Carnaroli)
-5 carciofi freschi o, in alternativa,
3 hg di cuori di carciofo surgelati
-40 grammi di parmigiano
-1/2 spicchio di aglio
-prezzemolo q.b.
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-1 litro di brodo vegetale preparato con sedano, carota e cipolla oppure  con un dado vegetale
-4 cucchiai di olio d'oliva
-1 noce di burro
-se si usano i carciofi freschi il succo di 1/2 limone
-sale
-pepe nero

Cottura: 10/12 minuti per i carciofi e 17/18 per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso



Preparazione: se si utilizzano i carciofi freschi vanno elimitate le foglie esterne dure lasciando solamente i cuori ( bisogna per forza eliminarne parecchie, non è uno spreco).
A questo punto tagliare la punta del carciofo per scartare le punte: dividere ora il cuore di carciofo a metà e togliere la parte centrale stopposa.
Man mano che i carciofi sono pronti dividerli a spicchi e metterli a bagno in acqua e limone, altrimenti scurirebbero.
Altrimenti si può velocizzare la preparazione utilizzandoi carciofi surgelati (che sono veramente ottimi e pratici).
Sia nel primo che nel secondo caso i carciofi vanno brevemente cotti in questo modo: mettere l'olio e l'aglio tritati in una padella per risotti, aggiungere i carciofi a spicchi, salare, pepare, e fare cuocere
10 /12 minuti aggiungendo all'occorrenza un mestolo o due di brodo vegetale.
Prima di inserire il risotto fare evaporare il liquido: versare ora il riso, mescolare e fare tostare il riso fino a che è trasparente.
Sfumare con il vino ed iniziare la cottura del risotto aggiungendo via via brodo bollente.
Qualche minuto prima del termine della cottura aggiungere il parmigiano e la noce di burro, quindi allontanare dal fuoco e lasciare riposare coperto due/tre minuti.
Spolverare di prezzemolo tritato...et voilà, il gioco è fatto.
Grazie di essere passati, a presto! Cristina

martedì 10 gennaio 2017

Plumcake al limone (senza burro)







Eccomi con voi. Oggi vi vorrei proporre un plumcake al limone profumato, leggero e tanto buono.
Si tratta di una ricetta facile che anche i più inesperti non avranno nessun problema a realizzare: pochi minuti per prepararlo, mezz'oretta di cottura ed ecco che la casa è invasa da un profumo delizioso di zucchero e limone.
Un dolcetto homemade è un modo meraviglioso per iniziare la giornata. Io lo vedo molto bene anche come dessert, magari servito vicino a una pallina di gelato alla crema o un ciuffo di panna montata: è indispensabile che il limone sia biologico. Io ne avevo di bellissimi arrivati dritti dritti dalla Sicilia, regalo della mia adorata amica Francesca: quando arriva dalle sue "spedizioni" mi porta tanti meravigliosi prodotti della sua terra, tra i quali bellissimi limoni che cerco di utilizzare al meglio per godere a pieno del loro profumo e gusto paradisiaco,


Ingredienti:

-2,5 hg di farina
-50 grammi di amido di mais
-1,6 hg di zucchero
-2 uova
-80 ml di olio di girasole
-100 ml di latte
-il succo e la scorza grattuggiata di 1 limone biologico
-1 bustina di lievito

Cottura: 30/35 minuti in forno preriscaldato a 170°

Difficoltà: bassa

Costo: basso




Preparazione: in una grande ciotola mettere le uova ,lo zucchero e sbattere con le fruste elettriche.
Quando il composto è gonfio e ben montato aggiugere l'olio, il latte, il succo e la scorza del limone: sbattere ancora bene.
Mescolare la farina, l'amido, il lievito e un pizzico di sale.
Unire, sempre sbattendo, l'insieme degli ingredienti solidi a quelli liquidi (continuando a lavorare per almeno cinque minuti).
Rivestire uno stampo da plumcake da 1 litro con carta forno bagnata e strizzata (perchè aderisca bene allo stampo).
Versare l'impasto e infornare in forno preriscaldato per il tempo previsto.
Ovviamente è utile fare la prova dello stecchino che, se infilato, deve uscire  asciutto. Questo perchè ogni forno, come già detto, è una storia a sè.
Se il dolce scurisse troppo negli ultimi dieci minuti abbassare la temperatura a 180°.
Terminata la cottura sformare il plumcake, farlo raffreddare e cospargerlo con zucchero a velo.
Ecco pronto un dolce per una colazione sana, nutriente e anche leggera.
Grazie di essere stati con me. Un abbraccio, Cristina/Chicchina.



venerdì 6 gennaio 2017

Ciambella dei Re Magi (Roscòn de Reyes)







Premetto di essere molto soddisfatta: era da tempo che pensavo di preparare questa bellissima ciambella, così ho deciso di lanciarmi e, devo dire, che è una ricetta abbastanza facile, malgrado le due lievitazioni.
Questa ciambella fa parte della tradizione spagnola e viene preparata in occasione dell'Epifania.
Si tratta di una ciambella morbida e profumata, decorata in superficie con ciliegie, canditi, mandorle e zucchero in granella: una vera bontà!
Se volete prepararla con me seguitemi in cucina...

Ingredienti per uno stampo a ciambella con diametro 24 centimetri:

Per l'impasto:

-5,5 hg di farina
-1,3 hg di zucchero
-1,1 hg di burro fuso
-3 tuorli e 2 albumi
-180 ml di latte
-20 gr di lievito di birra fresco
-la scorza di 1/2 arancia biologica
-la scorza di 1/2 limone biologico
-1 cucchiaino di miele

Per decorare:

-1 albume
-ciliegine q.b.
-canditi verdi q.b.
-mandorle intere spellate q.b.
-mandorle a lamelle q.b.
-zucchero in granella q.b.

Cottura: 35 minuti in forno preriscaldato a 170°

Difficoltà: media

Costo: medio




Preparazione: mettere la farina in una ciotola, sciogliere il lievito in metà del latte tiepido ed aggiungerlo alla farina.
Lavorare brevemente per distribuire in modo omogeneo il lievito.
Alla metà di latte rimanente aggiungere i tre tuorli e i due albumi, il burro fuso, lo zucchero, il miele, la scorza di arancia e di limone: quindi, mescolare bene.
Versare ora la preparazione nella ciotola della farina e lavorare a lungo, sino a che l'impasto non è liscio ed elastico.
Formare una palla aiutandosi con un pochino di farina, visto che l'impasto è un po' appiccicoso.



Fare lievitare per due ore circa o, comunque, fino a che il volume non sia raddoppiato.



Passato questo tempo imburrare ed infarinare molto bene lo stampo a ciambella.
Prendere con delicatezza l'impasto, formare un buco al centro della palla ed "infilarla" nel cono dello stampo.



Fare lievitare ancora per un' ora coperto con la pellicola.
Dedichiamoci quindi alla decorazione: sbattere leggermente l'albume e spennellare con esso la superficie della ciambella.
Decorare alternando spicchi di ciliegine, canditi, mandorle a lamelle, mandorle intere e zucchero in granella. (L'albume farà da collante e fisserà la decorazione).
Infornare la ciambella a 170° per trentacinque minuti.
Al termine della cottura lasciare ancora qualche minuto il dolce in forno con lo sportello semi-aperto.
Quando il dolce è tiepido sformarlo, avendo l'accortezza di passare la lama di un coltello lungo la circonferenza dello stampo e anche attorno al cono centrale.
Proprio un dolce buonissimo: i Magi possono essere contenti!!! Grazie a voi di essere passati e alla prossima, Cristina!




Con questa ricetta partecipo al Giveaway di Natale di Battuffolando Ricette "Lievitati e biscotti di Natale".


Giveaway Di Natale di Batuffolando Ricette


mercoledì 4 gennaio 2017

Crespelle con gli spinaci


 


Queste crespelle sono molto buone, a casa le mangiamo volentieri. Sono indicate per un pranzetto un po' speciale perchè sono semplici da preparare ma richiedono un po' di tempo.
Hanno il vantaggio di poter essere preparate in anticipo e questa non è cosa da poco: sono        un'alternativa vegetariana alle crespelle prosciutto e formaggio (ossia, le crespelle alla valdostana).
Si tratta di un primo leggero ma sostanzioso, che può rappresentare un piatto unico.
Le dosi che vi indico bastano per otto crespelle. La ricetta per la preparazione delle crespelle è davvero notevole, tenetela presente anche per farcirle in altro modo. Prima o poi mi deciderò a fare una sezione con le "mie" preparazioni di base: giurin giuretto nel prossimo anno la farò!!!!
Andiamo a preparare queste buonissime crespelle?

Ingredienti per 8 crespelle:

-500 ml di latte
-2 hg di farina
-2 uova
-sale
-pepe

Per farcire:

-3,5 hg di spinaci (io surgelati)
-1 spicchio d'aglio
-1/2 dado vegetale
-3 cucchiai di olio di oliva
-1 noce di burro
-4 hg di ricotta
-4 cucchiai di parmigiano +
Una manciata per la gratinatura

Per la besciamella:

-400 ml di latte
-40 grammi di farina
-40 grammi di burro
-sale
-pepe
-noce moscata

Cottura: 10/12 minuti in forno preriscaldato a 190°

Difficoltà: media

Costo: basso




Preparazione: per prima cosa lessare gli spinaci ancora surgelati in acqua bollente salata (per sei minuti). Scolarli e ripassarli in padella per cinque minuti con olio, burro e dado: salare e pepare.
Preparare le crespelle in questo modo che, secondo me, è davvero FURBO: sbattere le uova, salare e pepare; aggiungere il latte sempre sbattendo con le fruste elettriche ed inserire la farina: si dovrà ottenere un composto liscio e senza grumi.
Fare riposare in frigo per venti minuti.
Preparare la besciamella: in una pentola sciogliere il burro e versare la farina tutta in una colpo. Inserire quindi il latte in una sola volta, salare, pepare e, sempre mescolando, portare a bollore: dopo due/tre minuti la besciamella è pronta.
Prepariamo ora la farcia: mettere in una terrina gli spinaci e tagliuzzarli un po' con una forbice da cucina; aggiungere la ricotta, il sale, il pepe e il parmigiano.
Cuociamo le crespelle: scaldare l'apposito pentolino, ungerlo con un po' di burro e versarvi un mestolino dell'impasto precedentemente preparato. Quando i bordi della crespella si arricciano e sulla superficie si intravedono delle bolle è ora di girare la crespella dall'altro lato: deve cuocere circa  tre minuti (due da un lato e uno dall'altro).
Componiamo ora le crespelle: mettiamo al centro della crespella un cucchiaio di farcia, chiudiamo come da fotografia (prima a metà e poi ancora  a metà), mettere in una pirofila e aggiungere la besciamella e il parmigiano a piacere.



Infornare in  forno caldo per il tempo indicato fino a gratinatura.
Ecco fatto, un piatto proprio niente male è pronto: caldo e fumante...Un abbraccio, Cristina!